subscribe: Posts | Comments

Il nostro manifesto

“Non chiederci la parola…”

“Non chiederci la parola… Non domandare la formula che mondi possa aprirti, si qualche storta sillaba e secca come un ramo. Codesto solo oggi possiamo dirti: ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.”
Il nostro blog nasce da questi versi, nasce dal concetto principale alla base dell’omonima raccolta di poesie del Montale, nasce dalla ricerca di una semplicità e un’essenzialità sana ormai perduta. L’idea di costruire un blog è nata semplicemente dal fatto di voler avere una voce libera e indipendente, non contaminata da nessun partito politico o da nessuna ideologia esasperata. Come suggerisce il nome del blog, Ossi di Seppia vuole essere una trasposizione e un riadattamento dell’ideale di Montale. Lo scheletro della seppia che viene trasportato dalle onde è il simbolo dell’essenzialità della vita, dell’oggetto primordiale dell’uomo, il suo scheletro, trasportato inerme dalle onde del mare. Ma, riadattando questo ideale, noi riteniamo che la vera essenzialità dell’uomo, l’oggetto nascituro del brodo primordiale del genere umano è la libertà: libertà di espressione, di stampa, di pensiero, di informazione. Purtroppo in un paese dove la libertà e direttamente proporzionale alle stramberie del Premier e la sua “loggia”, ai banchieri corrotti e a tante, troppe marionette, non rimane altro da fare che agire per  le retrovie. Sembra assurdo, ma siamo controllati da un regime mediatico che pare abbia un certo sfondo Orwelliano. Non abbiamo per le strade il poster del Grande Fratello, non abbiamo i teleschermi a casa, non c’è un Ministero della Verità ma siamo indirettamente e inconsciamente controllati dai media, che ci bombardano con notizie false o occulte, che offuscano la nostra mente con la fitta nebbia delle loro bugie. In una società che sembra essere uno spettacolo aberrante di marionette e manovratori, noi vogliamo trascendere tutto ciò. Non siamo giornalisti, non siamo politici, non abbiamo nessun appoggio mediatico o diplomatico, non abbiamo sostegni economici: quello che ci interessa è informare le masse, informare sinceramente e senza censura. Se ognuno di noi facesse in modo che ciò accadesse, nessuna informazione, nessuna notizia arriverebbe occultata e distorta. Dobbiamo essere sempre costantemente alla ricerca della verità, una verità che è, permetteteci il termine, l’eziologia di un cambiamento, di un nuovo stato sociale, in cui ogni individuo non sia asservito dai capricci dei media e dall’interesse economico dei “Padroni del Potere”.

“La libertà significa Responsabilità: ecco perché molti la temono.”

George Bernard Shaw

topspyapps.net